Archivi categoria: Short stories

In preghiera

Quando preghiamo, tendiamo a distrarci, a perdere concentrazione. Gesù consiglia a Gabrielle di pensarlo in qualcuna delle azioni del Vangelo, soprattutto nella sofferenza: ciò darebbe più forza alla preghiera. Anche alla nostra.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 4 commenti

Il cuore

Cosa desideriamo? È una domanda che bisogna porsi di frequente. La fede è desiderio, secondo Agostino. Gesù dice a Gabrielle: sarò per te quel che tu desidererai che Io sia. Il segreto è sempre quello, il cuore.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | 7 commenti

Il dovere

Credendo, c’è il rischio di non stare coi piedi per terra, di sentirsi cittadini del cielo prima del tempo. Il Cristo dice alla Bossis: ti raccomando il momento presente, il dovere di stato.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 4 commenti

L’anima

Esiste ancora l’anima, nel mondo della scienza? Non basta affermare che c’è, per noi credenti. Dobbiamo aiutare Dio a salvarne il più possibile, con la preghiera e con l’amore.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | 5 commenti

Per amore

Noi umani diamo molta importanza a incarichi, titoli, ruoli. Per Gesù non è cosi: a Gabrielle, che pensa alle lavapiatti dell’hotel, dice che vede gradi solo nell’amore. Qualsiasi azione, anche la più umile, può essere fatta per Lui, può essere … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | 3 commenti

Intimità

Abbiamo bisogno di motivazioni, di spinte interiori. Lo diceva Agostino: la fede è desiderio. Perché cercare la confidenza con Gesù, “perdere tempo” per fermarsi a pregare, a meditare? Un motivo convincente potremmo trovarlo in queste parole del Cristo alla Bossis: … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 5 commenti

Mi pare

Nel Vangelo non si narra tutta la sofferenza di Gesù: quanti dettagli avrebbero suscitato sdegno, amore, compassione? Gabrielle gli chiede: come mai gli evangelisti non hanno detto tutto? Le risponde il Cristo: non sarei stato amato di più. C’è da … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | 6 commenti

Vedere

Vorremmo vedere Gesù, condividere il privilegio degli apostoli, dei primi discepoli, dei peccatori e dei malati, che fecero l’esperienza anche fisica della presenza del Cristo. Ma Lui dice a Gabrielle: se tu Mi vedessi, non avresti alcun merito nell’amarmi. Godiamoci … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 4 commenti

Esserci

Parlare con Gesù pensando a Gesù: è importante per Lui. Non fare come in tante altre occasioni, in cui si pensa ad altro. È la Presenza che richiede presenza, l’Essere che richiede l’esserci.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 4 commenti

Provarci

Ci capita di preoccuparci: per un impegno difficile, una sofferenza che ci aspetta, il timore di non essere all’altezza. Gesù dice a Gabrielle: e se sostuissi i pensieri che ti preoccupano con pensieri di tenerezza verso di Me, non credi … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 4 commenti

Accontentarlo

Cosa chiediamo a Cristo? Potremmo domandare, per esempio, di non andare in purgatorio, per vederlo al più presto. È quello che Gesù dice a Gabrielle, precisando che questo desiderio gli fa piacere e lo onora. Siamo ancora in tempo per … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | 2 commenti

Chiari del bosco

La preghiera, dice il Cristo alla Bossis, è come un faro che gira, e va a captare al largo. È un’immagine bellissima. Luce nell’ombra, chiarezza nell’oscurità. Chiari del bosco, avrebbe detto Maria Zambrano, grande filosofa spagnola.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 3 commenti

L’unica formula

Dimenticarsi di sé stessi e aderire al Signore: questo è il criterio. L’amore nuziale si realizza così. Il Cantico dei cantici esprime l’esigenza di perdersi nell’altro, accogliere il suo dono, ritrovando se stessi nell’abbraccio. Jung la chiamava unione degli opposti, … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 3 commenti

Quella di Dio

Siamo distratti. La preghiera, spesso, si riduce a pensieri e parole smarriti nel magma delle fantasie. Gesù dice a Gabrielle: per parlare in casa tua, occorre che tu ci sia. Folgorante semplicità, quella di Dio.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 4 commenti

Su misura

A Dio chiediamo questo e quello. Non siamo mai paghi di esprimere esigenze e desideri, come fosse un cilindro da cui estrarre ogni volta la sorpresa. E se lasciassimo fare tutto a Lui? È l’unico in grado di confezionare abiti … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 7 commenti

Sete

Gesù, sulla croce, dice: ho sete. È sete di salvezza per l’umanità, un desiderio di riscattare dalla morte del peccato. La nostra occupazione principale dovrebbe essere questa: dissetarlo.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | 4 commenti

Il bello

L’amore resta per sempre. Gabrielle ringrazia Gesù per tutte le Ostie ricevute. Lui le dice: tu le hai sempre, perché un’Ostia ricevuta è data eternamente. È il bello di essere Dio: un Suo regalo non si può più perdere.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 3 commenti

Soli

A volte ci sentiamo soli: ne soffriamo, ci crogioliamo, in questo stato d’animo. Gesù dice a Gabrielle: non bisogna lasciarmi solo! Ecco come si supera la nostra solitudine: consolando la solitudine di Dio.

Pubblicato in Short stories | 3 commenti

L’altra riva

A volte il nostro modo d’amare è narcisistico, è un compiacersi di certe parole o certi atteggiamenti. Gesù dice a Gabrielle: non essere amabile per amore dell’amabilità. Sii amabile per farmi piacere. Il criterio è sempre l’altro: bisogna passare all’altra … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 3 commenti

Lui e io

A volte ci scoraggiamo per i nostri difetti, pensiamo di non venirne fuori. Sono i vicoli ciechi a cui la Provvidenza ci indirizza, per convincerci che da soli non possiamo nulla. Lui e io, questa è la formula, come aveva … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , , | 3 commenti