Archivio dell'autore: fabrizio centofanti

Informazioni su fabrizio centofanti

E’ laureato in Lettere moderne con una tesi su Italo Calvino. Prima della vocazione sacerdotale è stato collaboratore di Mario Petrucciani nella cattedra di Storia della letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università La Sapienza di Roma. Numerosi suoi saggi e recensioni sono stati pubblicati in quegli anni su “Letteratura italiana contemporanea”, Rivista quadrimestrale di studi sul Novecento, diretta da Giorgio Petrocchi e Mario Petrucciani e “La Discussione”. Suo un saggio su Leopardi e Rebora inserito nella raccolta di Atti del convegno di Ancona sull’autore di Recanati, dal titolo Leopardi e noi. La vertigine cosmica. Edizioni Studium, a cura di A. Frattini, G. Galeazzi e S. Sconocchia. Ha partecipato a diversi convegni letterari fino al giorno in cui è entrato in seminario. E’ sacerdote diocesano a Roma dal 1996, parroco dal 2005. Ora opera al Santuario della Madonna del Divino Amore, nel campo della spiritualità e dell’approfondimento della sacra scrittura. Studioso dei vangeli, tiene da molti anni una Lectio divina settimanale. Ha pubblicato: - un volume su Calvino (Italo Calvino. Una trascendenza mancata. Istituto Propaganda Libraria, 1993. (Nel 25° anniversario della morte è uscito per i tipi della Clinamen.) - uno su Rebora (Il segreto del poeta. Clemente Rebora: la santità che compie il canto. L’immagine interiore dagli appunti sul messale, Milano, Istituto Propaganda Libraria, 1987) - numerosi saggi e articoli di natura letteraria. - Le parole della felicità, edito dalla Laurus Robuffo, 2005. - il libro di racconti Guida pratica all’eternità, Effatà editrice, Torino, 2008. - Pret(re) à portér, Effatà, 2010. - Non superare le dosi consigliate, Effatà, 2011. Nel 2011, la casa editrice Effatà ha pubblicato il primo romanzo, Ecco l’uomo. Il secondo, del 2012, Nessuno è più importante di te, è uscito con Amazon. Un saggio su Rebora si trova in Marino Magliani, Il magazzino delle alghe, Eumeswil 2010. Ha pubblicato, nel 2012, il volume di poesie Nomen omen. Con Clinamen ha pubblicato, nel 2012, il romanzo E’ la scrittura, bellezza! Per Effatà, nel 2012, il romanzo Stelle. Per Clinamen, nel 2013, il romanzo Yehoshua. Per Effatà pubblica ancora, nel 2013, Salva L'anima e Il Vangelo come non l'avete mai letto. E’ tra i fondatori della rivista “L’Attenzione”. E’ fondatore, insieme con Franz Krauspenhaar, del blog collettivo La poesia e lo spirito (http://lapoesiaelospirito.wordpress.com), dove attualmente scrive. Le omelie sono raccolte nel blog Gesù per atei.

Memo. 23

Immagine | Pubblicato il | Contrassegnato , , , , | 1 commento

La tasca di Dio

Gesù ama il Vangelo, e vorrebbe che l’avessimo con noi ogni momento: fra tutti i tascabili del mondo, è l’unico capace di infilarci nella tasca di Dio.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Memo. 22

Immagine | Pubblicato il | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Gli amori

Quanti sono gli amori della vita! Ci innamoriamo di tutto, a cominciare dalle cotte di bambini un po’ cresciuti. Lascia gli amori per l’Amore, dice il Cristo alla Bossis. Ecco un consiglio da tenersi stretto.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | 1 commento

Il sogno di Dio

Collaborare con Gesù, fare della bellezza, verità e bontà un’opera comune: questo è il progetto. Unirsi sempre più nel trasformare il mondo in paradiso è il sogno di Dio, che ogni mattina ci contagia.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , , | 1 commento

Di che ci vantiamo? (Gv 16, 12-15)

da qui Di che ci vantiamo? DOMENICA 16 GIUGNO 2019 SANTISSIMA TRINITÀ (ANNO C)

Pubblicato in Omelie | 1 commento

Il meccanico

A volte ci guastiamo, ci inceppiamo. È come quando l’auto dà problemi, e si porta dal meccanico. Gesù è il meccanico dell’anima: ciò che cade sotto il suo sguardo, ricomincia a funzionare.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , , | 1 commento

La celebrazione eucaristica di domenica 16 giugno sarà alle ore 9.30 al Santuario nuovo.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il Cielo di stamattina. 2

Immagine | Pubblicato il | 1 commento

Pensiero

Pensare a Gesù. Per esempio, quando beviamo, col gusto dell’acqua che rigenera. Pensare alle labbra secche di Cristo, sulla croce. Quanto sarebbe sollevato, da questo memoriale!

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | 1 commento

Il cielo di stamattina

Immagine | Pubblicato il | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il silenzio

Il silenzio di Dio mette paura: si ha la sensazione di perdere la strada, e che tutto sia possibile. E invece, come dice il Cristo alla Bossis, significa soltanto che è il momento di agire. Bisogna operare sapendo di poter … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | Lascia un commento

Piccolo manuale di spiritualità

di Barbara Pesaresi Al pensiero di leggere un trattato di spiritualità dopo gli agghiaccianti fatti di cronaca di questi giorni – una banda di minorenni che, per noia, sevizia per mesi un anziano solo sino ad arrivare a ucciderlo, lo … Continua a leggere

Pubblicato in Messaggi | Contrassegnato , | Lascia un commento

Memo. 21

Immagine | Pubblicato il | Contrassegnato | 2 commenti

Siamo noi

La predicazione di Gesù comincia con una informazione: il regno dei cieli è vicino. Non è di poco conto, perché spesso Dio ci è estraneo, indifferente. Sembra che si dimentichi di noi, che abbia troppo da fare. Invece, è vicino … Continua a leggere

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | 1 commento

Memo. 20

Immagine | Pubblicato il | Contrassegnato , , | 2 commenti

Come disse don Mario

Immagine | Pubblicato il | Contrassegnato , , , | 3 commenti

La cura

Meglio non parlare del male, dice il Cristo alla Bossis, perché in ognuno c’è qualcosa di bene, anche se in germe. Dovremmo riservare agli altri la stessa cura che Lui ha per noi. Cosi i conti tornerebbero, per grazia.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | Lascia un commento

Il piccolo manuale

Si può prendere anche qui. Al link indicato si possono lasciare commenti e recensioni.

Pubblicato in Messaggi | Contrassegnato | Lascia un commento

Il resto

Non dovremmo avere paura di Gesù. È amico. Ai nostri peccati, dice il Cristo alla Bossis, ci pensa Lui. Dunque: confidenza, intimità; il resto lo ottiene l’amicizia.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | Lascia un commento