La mensa della Parola. 264

da qui

Pubblicato in La mensa della Parola | Contrassegnato | Lascia un commento

Cipolle

Sperare ci fa uscire da noi stessi e consente di raggiungere Cristo. È uno slancio, un salto nel buio, e dunque confina con la fede. La vita è un esodo: siamo fatti per la Terra promessa, non per le cipolle e le pentole di carne dell’Egitto.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 1 commento

La mensa della Parola. 263 II Domenica T.O.

da qui

Pubblicato in La mensa della Parola | Contrassegnato | 5 commenti

Come per noi

Gesù tiene al nostro pensiero, è interessato al nostro affetto. Spesso dimentichiamo le basi elementari dell’amore, saltiamo i passaggi: ma il Cristo vero Dio e vero Uomo ci ricorda che l’operazione non funziona. Lui ama divinamente e umanamente: delicatezze, attenzioni, sono imprescindibili, come per noi.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 3 commenti

La mensa della Parola. 262

da qui

Pubblicato in La mensa della Parola | Contrassegnato | 2 commenti

L’ora

Tutto si gioca nel presente: è ora che mi decido per il bene o per il male, per l’odio o per l’amore, la verità o la menzogna. Anche se avessi sbagliato tutto, nella vita, ora posso decidermi per la cosa giusta, per ciò che è all’altezza della mia dignità. Entriamo nell’ora, scopriamo un mondo riempito di Cristo.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 2 commenti

Eros e Agape

Pubblicato in Carte vincenti | Contrassegnato , | 1 commento

La mensa della Parola. 261

da qui

Pubblicato in La mensa della Parola | Contrassegnato | 1 commento

In gioco

Vogliamo i frutti senza seminare: non preghiamo, ma pretendiamo di cambiare. Non ci pentiamo, ma esigiamo lo Spirito. Siamo ragionevoli, ma non sull’essenziale, dove è in gioco la vita.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 3 commenti

Messaggio nella bottiglia

Se ti senti felice, sappi che è opera dello Spirito Santo. Dio ci ha creati per la felicità e per il bene: non dev’esserci un motivo per essere felici. È una cosa che accade, come il merlo che si ferma alla finestra, o il sorriso di un bambino sconosciuto. Cerchiamo la felicità inseguendo obiettivi, progettando successi: nessuno ci ha insegnato che si è felici per un dono imprevisto, qualcosa di gratuito. Quando il cuore è, come in origine, un paradiso terrestre, niente può turbarlo. La felicità non proviene dal fare: un uomo, una donna, ridotti all’immobilità, non potrebbero conoscerla. Ma esistono persone impedite nel fare più felici dei cosiddetti sani. Finché non approdiamo a questa verità, ci dibattiamo in quelli che san Paolo classificava come pensieri iniqui. I Padri sapevano che basta poco per essere felici, e basta poco per essere tristi, perché la vita dipende dai pensieri. Chiediamo in dono la risposta giusta alla domanda che sta dietro a ogni pensiero: sei dei nostri o sei del nemico? Se, ignorando i pensieri iniqui, riaffiora la felicità, ringraziamo il donatore.

Pubblicato in Carte vincenti | Contrassegnato | 3 commenti

La mensa della Parola. 260

da qui

Pubblicato in La mensa della Parola | Contrassegnato | 2 commenti

Jesus’ Blood Never Failed Me Yet

Gavin Bryars s’imbatte, a Londra, in un barbone che mastica continuamente queste parole: il sangue di Gesù non mi ha mai tradito. E tira fuori questa cosa qui:

Un capolavoro.

[reprise]

Pubblicato in Carte vincenti | Contrassegnato | 3 commenti

La mensa della Parola. 259

da qui

Pubblicato in La mensa della Parola | Contrassegnato | 2 commenti

Come stanno le cose

Una sola cosa è necessaria: dovremmo far nostre le parole che Gesù rivolge a Marta. Solo in questa convergenza di tutto nell’unica realtà che conta troviamo la nostra identità. Chi non raccoglie con me, disperde: il Vangelo ha spiegato come stanno le cose.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 2 commenti

Edizione straordinaria

da qui

Pubblicato in Carte vincenti | Contrassegnato , , | 6 commenti

La mensa della Parola. 258

da qui

Pubblicato in La mensa della Parola | Contrassegnato | 3 commenti

Purificazione

Prima o poi si comprende l’importanza della purificazione. Il giudaismo ne aveva fatto una bandiera, raggiungendo note parossistiche e per noi inaccettabili. Gesù ricorda che è amando Lui che si attua in noi quest’opera. È la vita che s’incarica di smaltire i residui della morte.

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato , | 2 commenti

La mensa della Parola. 257

da qui

Pubblicato in La mensa della Parola | Contrassegnato | 3 commenti

Immaginazione

Ci lamentiamo dell’immaginazione, che tende a distrarci, ma non dobbiamo darle peso: c’è un Centro che ci attrae, ed è più forte. Siamo luogo d’incontro tra forze centrifughe e centripete: chi prevarrà?

Pubblicato in Short stories | Contrassegnato | 3 commenti

La mensa della Parola. 256 (Battesimo del Signore)

da qui

Pubblicato in La mensa della Parola | Contrassegnato | 5 commenti